Tomografia elettrolitica extracellulare (TOMEEX)

È un dispositivo diagnostico non invasivo che analizza il livello di stress dell’organismo attraverso l’analisi biolettrica dello spazio extracellulare, tramite l’applicazione di elettrodi in determinate regioni corporee (testa, collo, addome, mani e piedi).
Il meccanismo attraverso il quale è possibile fare questa analisi è legata al fatto che quando siamo in condizione di stress cronico si ha un’eccessiva produzione di cortisolo (ormone dello stress) che a sua volta promuove la secrezione di particolari sostanze, cosiddette citokine (IL-6, IL-2, TNF-alfa) a loro volta promotrici dell’infiammazione, con conseguente aumento di sodio e acqua extracellulare, zona di misurazione della Tomeex.
Si possono cosi valutare 3 livelli di stress:

  1. FASE DI ALLARME (Eustress): mobilizzazione iniziale dei meccanismi di difesa, stress positivo per l’organismo.
  2. FASE DI RESISTENZA (Distress): adattamento all’evento stressante con utilizzo di risorse in eccesso, stress negativo per l’organismo.
  3. FASE DI ESAURIMENTO (Burn-Out): esaurimento delle scorte con resistenza della ghiandola surrenale agli stimoli.

Altri parametri misurati dallaTomeex:

  • Processi infiammatori in tutto l’organismo
  • Livello sistemico della funzionalità tampone e dell’equilibrio acido-base
  • Energia cellulare sistemica