Medicina estetica

È una nuova branca medica, a carattere internistico, che si occupa di migliorare la qualità della vita di chi vive a disagio per un inestetismo non accettato. Realizza un programma di prevenzione dell'invecchiamento generale e di quello cutaneo in particolare e si occupa in seguito alla correzione degli inestetismi del viso e del corpo. Gli inestetismi possono essere congeniti oppure acquisiti nel corso degli anni, ad esempio a causa dell’invecchiamento o dello stile di vita.

Mesoterapia Omeopatica

Mesoterapia omeopaticaTecnica infiltrativa a monoago per il trattamento degli inestetismi della panniculopatia edemato-fibro-sclerotica (PEF) comunemente chiamata cellulite. Si utilizza un cocktail di rimedi omeopatici personalizzato in base alla sede ed al tipo di PEF: nei casi di PEF prevalentemente edematosa (1° e 2° stadio) si privilegiano rimedi drenanti per il circolo veno-linfatico ed il tessuto connettivo, nei casi di PEF prevalentemente liposclerotica (3° e 4° stadio) oltre ai rimedi drenanti si associano rimedi lipolitici per sciogliere i grassi. Tale tecnica può essere utilizzata anche in caso di disturbi flebostatici delle gambe (pesantezza, dolore, gonfiore, crampi) e teleangectasie (capillari), allo scopo di donare maggiore tonicità al sistema venoso e drenare il sistema linfatico, soprattutto nel periodo estivo, quando questi sintomi sono presenti con maggiore frequenza.

Si consiglia un ciclo di 10 sedute, di cui le prime 4 settimanali, poi quindicinali, seguite da un mantenimento mensile.
La metodica, poiché utilizza farmaci omeopatici-omotossicologici, non presenta nessuna controindicazione e può essere eseguita anche su pazienti con allergie.

In prima visita si esegue un Test BIA (impedenziometria) per valutare con precisione la massa corporea (massa magra, massa grassa, acqua intra- ed extracellulare, minerali tessutali ed ossei, livello di omega-3) al fine di impostare un corretto regime nutrizionale e fisico da associare ai trattamenti locali; verranno consigliati inoltre rimedi omeopatici-omotossicologici e/o integratori alimentari da assumere per bocca in base ai risultati del test BIA e della tipologia di PEF.

Scleroterapia

ScleroterapiaConsiste nell’iniezione di farmaci sclerosanti specifici all’interno dei capillari al fine di promuoverne la scomparsa: la sostanza iniettata provoca una reazione infiammatoria all’interno del vaso che provoca, nell’arco di 20-30 giorni, la chiusura completa. Indicata la contenzione elastica durante tutto il trattamento, che va fatto preferibilmente nei mesi invernali. Importante l’esecuzione di un Ecocolordoppler prima di sottoporsi a tale terapia per escludere reflussi importanti a livello delle vene piccole e grandi safene che controindicherebbero il trattamento.

 

Filler riempitivi per il trattamento delle rughe del viso

Filler visoIl materiale più sicuro che viene utilizzato in questa metodica è l’ACIDO IALURONICO, un particolare tipo di zucchero presente in tutti i tessuti connettivi umani, essenziale per il mantenimento dell’idratazione cutanea. La sua struttura chimica è identica nei batteri, negli animali e negli esseri umani, ecco perché presenta una totale biocompatibilità e non necessita di nessun test preliminare per verificarne la tollerabilità. Questo trattamento è indicato per la correzione delle rughe naso-labiali, delle guance e del mento, della regione perioculare, della regione glabellare e della regione del labbro (contorno e volume). È un gel che viene iniettato a diverse concentrazioni in base al tipo di ruga nelle regioni interessate, tramite siringa preriempita dotata di un ago sottilissimo, il trattamento ambulatoriale dura dai 15 ai 30 minuti, si utilizza una crema anestetica locale per ridurre la sensazione dolorosa, soprattutto nelle zone più fastidiose come le labbra, ed è completamente riassorbibile nell’arco di 6-12 mesi, per cui il consiglio è quello di farne almeno 2 sedute all’anno, ogni 6 mesi, per mantenere e migliorare l’effetto desiderato. Nelle prime 24-48 ore dopo il trattamento è possibile la comparsa di lieve rossore, gonfiore e, nei casi di pelle più sensibile, può residuare un piccolo ematoma, riassorbibile nell’arco di pochi giorni.

Rivitalizzazione del viso

Questo trattamento si diversifica dal precedente poiché non si fa un riempimento delle rughe, ma si va a stimolare il metabolismo cellulare della cute attraverso microiniezioni con ago sottilissimo distribuite su tutto il viso, il collo e il decolletè; è un cocktail composto da acido ialuronico associato ad altre sostanze naturali.
La particolare formulazione di acido ialuronico presente, va a compensare la naturale perdita di quello endogeno e ridensifica il derma. Il suo forte potenziale igroscopico consente di catturare fino a 30 volte il suo volume in acqua. Fornisce inoltre un'ottima riparazione cutanea agendo sulla proliferazione cellulare e la regolazione della microcircolazione cutanea.

Si associano inoltre le seguenti sostanze:

  • vitamine (A-B-C-E), che stimolano le funzioni vitali delle cellule e distruggono i radicali liberi;
  • aminoacidi, che stimolano la produzione di elastina e collagene;
  • coenzimi, che catalizzano le reazioni biochimiche cellulari;
  • acidi nucleici, che attivano la comunicazione tra le cellule;
  • minerali, che compensano le carenze cellulari.

In questo caso la frequenza del trattamento deve essere più intensa: 1 seduta al mese per i primi tre mesi, seguito da un mantenimento ogni 3 mesi, questo ovviamente nei casi di invecchiamento cutaneo più importante; come prevenzione è sufficiente una seduta ogni 3 mesi e comunque il trattamento va personalizzato da caso a caso insieme al paziente.